Gubbio il 7 dicembre 2019

1

Tutti i miei studenti che sono venuti in estate a fare il corso in Umbria, sono stati portati da me a Gubbio.  Tutti se ne sono innamorati follemente. Una delle più belle città medievali italiane conquista non solo d’estate, ma anche in inverno. Il motivo è l’albero di Natale più grande del mondo.  

2

 

 

Da più di 30 anni il 7 dicembre viene celebrata l’accensione dell’albero di Natale a Gubbio. 

3

In presenza del sindaco di Gubbio e altri rappresentanti della politica locale l’accensione si affida a diversi personaggi.

http://www.alberodigubbio.com/index.php/photogalleries/registro-delle-accensioni/

http://www.alberodigubbio.com/index.php/photogalleries/7-dicembre/

5

 Nel 2019 Gubbio si è collegata con Betlemme da dove il padre Francesco Patton, custode della Terra Santa, ha effettuato l’accensione.

6

Lo spettacolo di luci colorate che formano l’albero di Natale e i fuochi d’artificio fanno sentire già all’inizio di dicembre l’atmosfera del Natale.

DSC08974

 

 Dopo una passeggiata di sera per le vie di Gubbio, c’è la possibilità di prendere un aperitivo o di cenare in uno dei ristoranti o osterie. Potrebbe essere una bellissima idea per passare il tempo a Gubbio. 

7

Gubbio 7/12/2019 Ewa Moskal

 

il lago Trasimeno in Umbria

DSC08922
Vista sul Trasimeno da San Savino

le attività

Un bel motivo per venire in Umbria è il lago Trasimeno. È il quarto lago italiano per dimensione.  Durante il volo per Roma poco prima di atterrare se vedete un grande lago, è proprio lui!

DSC08896

Ci si possono fare molte attività: passeggiate lungo la riva, viaggi con il traghetto alle  due isole, ci si può venire con il camper, perché ci sono le strutture predisposte, si possono  anche fare dei giri in bicicletta, perché vi si trovano molte piste ciclabili.

DSC08919

 

la natura

Non sono una biologa e non me ne intendo delle specie  di uccelli, ma quegli stormi che vedo svolazzare sopra la superficie del lago mi fanno pensare alla bellezza assoluta della natura ancora incontaminata. Lo trovo molto rilassante.

DSC08921

 

il cibo

Non potrei non menzionare il pesce del lago che trovo squisito e che viene offerto in diversi locali attorno al Lago Trasimeno. Questo sabato abbiamo gustato un  pranzo delizioso a base di pesce in una trattoria. Era da leccarsi i baffi!

sdr
Antipasto di pesce: misto di lago e di mare, tris di bruschette di pesce di lago, insalata di mare, gamberetti, rucola e parmigiano, polpettine fritte di trinca e patate

 

dav
Fantasia di persico: spiedino di persico, polenta con persico e fagiolina, insalata di persico, rucola e pepe rosa

 

 

Quando venite al Lago Trasimeno? Vi ci porto io!

Lago Trasimeno 10/11/2019 Ewa Moskal

 

 

DSC08904

DSC08942

DSC08956

 

 

DSC08952

DSC08950

DSC08927

Il corso 19-23 settembre – giorno 5

Assisi

DSC08290
le tortorelle, Santa Maria degli Angeli
DSC08294
Se vieni la mattina presto, puoi visitare il Roseto con calma
DSC08293
il Roseto a Santa Maria degli Angeli

DSC08309

 

DSC08322
Barbara davanti alla Basilica di San Francesco ad Assisi

DSC08338

DSC08320

DSC08353
Assisi, tornando da scuola

DSC08363

DSC08365

DSC08380

DSC08368

DSC08386
Santa Chiara, Assisi
DSC08389
Assisi, la città della pace

Il corso 19-23 settembre – giorno 3

Città di Castello e Montone

DSC08207
il sabato a Città di Castello c’è il mercato

 

DSC08192
il Duomo di Città di Castello

 

DSC08191

 

DSC08214
il sabato mattina il centro di Città di Castello è pieno di gente

DSC08215

Raffaelle, Sposalizio della Vergine
Sposalizio della Vergine, Raffaello (copia)
DSC08238
lo spritz a Montone
DSC08245
Montone

DSC08254

DSC08259
Barbara e Ewa a Montone

Il corso 19-23 settembre – giorno 1

DSC08001
Aboca Museum, visita guidata

Oggi ho portato la mia allieva all’Aboca Museum.  Avevo prenotato la visita guidata nel museo dell’azienda che si occupa di produzione di diversi medicinali naturali.  L’ho scelto perché Barbara è farmacista ed è il suo settore. Quando girava per le sale del museo era felicissima.

 

DSC08005

 

DSC07995

DSC08009

 

DSC08035

DSC08017

DSC07992

DSC07985

La guida ci ha raccontato la storia sui mortai, sulle ceramiche, sui vetri e sulle erbe. Abbiamo visto l’antica spezieria, il laboratorio fitochimico. Specialmente mi ha fatto impressione la cella dei veleni chiusa a chiave.

DSC07963

DSC07983

DSC08047

DSC08048

Nell’ultima sala, che ospita la farmacia dell’800, abbiamo letto la filosofia del museo:

“Le erbe medicinali sono una forza della natura creata per tutti i viventi” e “L’Homo sapiens potrà, se vorrà,  trovare in natura i rimedi per tutti i suoi mali”.

DSC08014

Sansepolcro, 19/09/2019 Ewa Moskal

Le parole chiave:

le piante medicinali

il mortaio

gli antichi ricettari

gli erbari

il botanico

i vasi da farmacia

le spezierie antiche

il veleno

l’antidoto

il mitridatismo

Il sesto giorno del corso “ L’italiano in pratica”

DSC07882
Gubbio

Oggi  siamo andate nella più bella città medievale dell’Umbria: Gubbio.  È stata una buona idea andarci la mattina presto. Con calma e senza tanti turisti si può godere una passeggiata tra i vicoli storici.

DSC07918

Bisogna sapere che a Gubbio continuamente devi fare delle salite e delle discese per poter visitare bene la città.  È possibile utilizzare gli ascensori pubblici, ma ce ne sono soltanto due: per andare nella Piazza Grande e per andare al Duomo.

DSC07887
il Duomo di Gubbio
DSC07889
Botte dei Canonici

 Vicino alla enorme Botte dei Canonici c’è un negozio con i souvenir il cui proprietario era molto gentile e ci ha invitate per scattare le foto.

DSC07891

DSC07895

 Nel punto panoramico vicino al duomo abbiamo mangiato un alimento tipico di Gubbio – la Crescia.

DSC07874

DSC07920

Ogni volta quando davanti a noi si stendeva un bel panorama su tutta Gubbio la mia allieva lo ammirava  con stupore.

DSC07897
Palazzo dei Consoli, Gubbio
DSC07879
Piazza Grande, Gubbio

Gubbio, 16/09/2019 Ewa Moskal

Il quinto giorno del corso “ L’italiano in pratica”

DSC07853
Montone

Vicino a Umbertide su una collina si trova un bellissimo borgo. Devo dire che ci vado spesso con molto piacere, specialmente quando c’è bel tempo. Non potevo non portarci la mia allieva Caterina. In estate il Museo di Montone offre le visite guidate lungo i vicoli del paese. Domenica alle 11.00 la nostra guida travestita da Margherita Malatesta (un personaggio storico) in modo interessantissimo ci ha raccontato la storia di Braccio Fortebraccio e di tutto il borgo. La cosa simpatica era quando passavamo e gli abitanti di Montone ci guardavano incuriositi salutandoci.

DSC07842 

DSC07850

DSC07845
Prigione e Torre dell’Orologio, Sec. XIV

DSC07833

DSC07849

Il pomeriggio siamo andati per la seconda volta a Perugia. La chiesa di San Pietro è un gioiello che va assolutamente visto. Il suo campanile molto caratteristico per il panorama della città è tale che gli abitanti lo chiamano in modo simpatico “la matita”.

dav
Chiesa di San Pietro a Perugia

dav

Una delle chiese di Perugia che ti rimangono nella memoria per sempre si chiama il tempio di Sant’Arcangelo.  La forma rotonda del Tempio è bellissima. So che è un posto dove volentieri si sposano molte coppie.

sdr
Tempio Sant’Arcangelo a Perugia
mde
Tempio di Sant’Arcangelo a Perugia

Dopo basta continuare la camminata solo per 10 minuti per visitare ancora un altro luogo curiosissimo, cioè il Convento di Monteripido. La strada che porta alla chiesa e famosa biblioteca è in realtà molto ripida, da questo il convento ha preso il nome.

 

dav
Monteripido

Montone, Perugia, 15/09/2019 Ewa Moskal

Il quarto giorno del corso “L’italiano in pratica”

DSC07713
Assisi

Assisi romana

Devo dire che sabato è stato uno dei giorni più intensi di tutto il corso. Abbiamo passato praticamente tutto il giorno ad Assisi, prima facendo una visita guidata da un frate nel nella Basilica di San Francesco.

DSC07689
Duomo di San RufinoDSC07697

DSC07702

DSC07743
Santa Maria sopra Minerva

Poi nel pomeriggio abbiamo fatto parte alla visita intitolata “Assisi romana”. Abbiamo scoperto un lato completamente diverso di Assisi legato alla storia molto antica, abbiamo percorso tutta la zona sotto l’attuale Piazza del Comune.

DSC07778

DSC07781

DSC07809

DSC07810

Le due guide turistiche (Musei di Assisi) ci hanno portate alle antiche case romane cosiddette “domus”. Addirittura abbiamo scoperto che sul popolare parcheggio Matteotti si notano tracce del teatro romano! Una vera lezione di storia conosciuta da pochi!

1

DSC07759

Assisi, 14/09/2019 Ewa Moskal